Venezia 1600

Promuovere la bellezza. Venezia 1600.

Per un anniversario importante, una mostra a cielo aperto disponibile anche sulla web app TuaItalia.it


Traguardo davvero sensazionale per l’incomparabile Venezia, che nel 2021 può soffiare su ben 1600 candeline. In occasione di questa ricorrenza, ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo, in collaborazione con autorevoli istituzioni quali il Comune di Venezia, l’Università Ca’ Foscari e il Padiglione Venezia della Biennale di Architettura 2021, allestisce la mostra open air "Promuovere la bellezza. Venezia 1600" nella seconda metà di ottobre nel centro storico della città. La mostra consente di rivedere e rivivere, d’un sol fiato, tutta la storia della promozione della Serenissima e dei suoi gioielli nel mondo degli ultimi 100 anni.

Un percorso espositivo, che comprende 50 soggetti, articolato in sei grandi tematiche: Arte e architettura, Scene di genere, Festività e festival, Isole e artigianato, Cortina, Territorio e Ville Palladiane. Per ogni sezione, una raccolta unica di fotografie in bianco e nero degli anni ‘30, ‘50 e ‘60, di manifesti storici - molti a firma di artisti contemporanei - dagli anni ‘20 agli ‘80, e ancora copertine dedicate a Venezia nelle riviste storiche dell’Agenzia dagli anni ‘20 ai ‘60. Un vero e proprio viaggio nella Venezia storica di cui la web app Tua Italia offre un'estensione digitale.
 
Lo sforzo dedicato a Venezia è parte di un impegno più ampio, e rientra tra le azioni messe in campo da ENIT per valorizzare il proprio patrimonio culturale, censito e catalogato a partire dal 2019 in occasione del Centenario dell’Ente e ancora oggi in fase di digitalizzazione e schedatura. Documenti di archivio, opere d’arte quali stampe e litografie d’autore, cimeli storici, materiale bibliotecario, beni che riguardano la storia del costume e della società italiana: questo il patrimonio ENIT.
 
Dai primi mesi del 2021 è online anche l’Archivio storico digitale di ENIT, unico, centralizzato e digitale, in cui è conservato materiale di natura eterogenea per tipologia, datazione, e che offre una panoramica storicizzata dell’Italia intera. Nel corso di questo lavoro sono stati digitalizzati oltre 100 manifesti storici di grandi artisti contemporanei come Dudovich, Cambellotti, Boccasile, Retrosi, Mino delle Site ed altro materiale proveniente dall’archivio fotografico ENIT, per arrivare ad oggi a un totale di circa 35.000 file.